Pagine aziendali di Linkedin: tutto quello che ti serve sapere

Le pagine aziendali di LinkedIn rappresentano una delle funzionalità più interessanti di questo social network, quanto come il profilo LinkedIn.

Con questo articolo voglio darti una spiegazione chiara e completa delle pagine aziendali, in modo da farti capire a cosa servono, perchè è necessario aprirle, come e cosa fare quando sono attive.

Perché e per chi è necessario avere una pagina aziendale?

Sai bene che su questa piattaforma social la base di partenza è il profilo personale, dove poter esporre tutte le nostre competenze ed esperienze professionali. Ottimizzare il profilo è essenziale per raggiungere i propri obiettivi di business, ma spero che ormai tu questo l’abbia capito.

Ma le aziende? Come possono avere una presenza solida come quella di un profilo all’interno di Linkedin?

Esatto, per questo esistono le pagine aziendali.

Esse sono un mezzo di interazione e promozione molto importante per aumentare la visibilità. Grazie alla pagina, un’impresa può raccontare la propria storia, coinvolgere clienti e followers, pubblicare offerte di lavoro, accrescere la brand building, portare traffico al sito web.

Di fatto sono questi gli obiettivi primari di una strategia di web marketing aziendale.

Qualsiasi azienda può avere una pagina su Linkedin, ogni dipendente può aggiungerla al suo profilo personale, ma non tutti possono aprirne una.

Ciò che più mi ha colpito delle pagine è la possibilità di collegarle alla propria esperienza lavorativa all’interno del profilo.

Prova tu stesso.

Inserisci un’esperienza lavorativa che hai svolto in passato o la tua attuale posizione, digitando il nome dell’azienda. Se quest’ultima è già provvista di una pagina, la vedrai apparire in anteprima.

Quando poi salvi il profilo (completate le modifiche) la pagina aziendale potrai vederla accanto alla posizione lavorativa che hai appena aggiunto.

Chiunque adesso potrà cliccare sul logo della pagina e accedervi per saperne di più sull’azienda in questione.

È un ottimo generatore di traffico, senza dubbio, soprattutto se il tuo profilo ha un’elevata visibilità su Linkedin (hai già scaricato il mio ebook?).

Quali sono i requisiti per aprire una pagina su Linkedin?

Non tutti possono aprire una pagina aziendale LinkedIn, in quanto servono determinati requisiti stabiliti così dalle linee guida su LinkedIn:

  • devi avere un profilo personale impostato con il tuo vero nome e cognome. Sembra una banalità ma in effetti ha senso: molte volte capita di trovare profili con nomi aziendali, pseudonimi, associazioni o gruppi, per cercare di sponsorizzare la propria attività. È giusto invece che si tengano separati i profili professionali dalle aziende.
  • L’efficacia del tuo profilo deve indicare Intermedio oppure All Star. Vai sul tuo profilo, controlla se, in primo piano, sotto al riepilogo a sinistra, la dicitura rispetto al tuo profilo è All Star

  • Devi avere un buon numero di collegamenti sul tuo profilo, costruisci un network di contatti consistente. In questo modo farai comprendere di essere un membro attivo e costruttivo all’interno del social.
  • Sei un dipendente attuale dell’azienda e la tua posizione lavorativa è elencata nella sezione Esperienza del tuo profilo professionale.
  • Hai un indirizzo email aziendale (es: martina@nomeazienda.com) ed è aggiunto e confermato sul tuo profilo.
  • Il dominio email della tua azienda è unico per l’azienda.

Insomma, devi dimostrare di essere parte dell’impresa per poter aprire la pagina aziendale. Non siamo su Facebook dove chiunque può aprire una pagina con il nome di un’attività, su LinkedIn sono richiesti determinati requisiti che dimostrino con esattezza il collegamento tra te e l’attività in questione.

Come aprire una pagina aziendale?

Se hai tutte le carte in regola e l’approvazione del responsabile per aprire una pagina, benissimo. Punta il tuo cursore in alto su Work.

In basso troverai una scritta: crea una pagina aziendale:

Inserisci il nome dell’azienda e scegli un URL: tutte le pagine aziendali sono strutturate in questo modo > linkedin.com/company/[NOME AZIENDA]

Il nome della tua azienda non deve essere unico, può succedere che sia lo stesso di un’altra azienda. L’URL pubblico invece, non può essere lo stesso di una pagina esistente su LinkedIn.

Per trovare la tua pagina i membri di LinkedIn e i motori di ricerca useranno l’URL unico per trovarla.

Mi raccomando, devi avere i diritti di operare per conto dell’azienda per la quale stai creando la pagina aziendale. Questo lo dovrai confermare in fase di creazione della stessa.

 

Non appena avrai confermato la email completa la pagina con tutte le informazioni, inserendo una bella immagine di copertina, una descrizione lunga e completa (tra i 250 e i 2000 caratteri), l’indirizzo del sito web e la categoria merceologica di riferimento.

Cerca di essere specifico e chiaro nell’inserire tutte le informazioni, anche qui cura le parole chiave. Grazie ad esse e alla categoria merceologica che metterai, potrai essere facilmente trovato sul motore di ricerca interno.

Quando e cosa pubblicare sulla pagina aziendale?

Tenere sempre aggiornata la pagina è importante per aumentare la visibilità, ottenere più followers e convogliare ancora più traffico verso il sito web.

Possiamo pubblicare aggiornamenti aziendali come news oppure nuovi articoli del blog, dobbiamo coinvolgere attivamente chi ci segue a condividere o commentare.

Una pubblicazione di due-tre volte alla settimana è sufficiente per non essere troppo invasivi e pesanti. Cerca di raccontare con piccole chicche la storia aziendale, le news e le iniziative interessanti, varia la tipologia di contenuti pubblicati, dai link agli articoli del blog fino ai video aziendali che si trovano su YouTube.

Tieni sempre a mente la mission aziendale e cerca di essere costante nella pubblicazione. 

Come fare per aumentare i followers della pagina?

  1. Coinvolgi prima di tutto le persone che lavorano con te, avvisali della messa online della nuova pagina, invitali a seguirla ed a condividere i post pubblicati.
  2. Invita i tuoi clienti e contatti a seguire la pagina, coinvolgi il pubblico attorno a te. Potresti per esempio inviare delle newsletter ai tuoi clienti.
  3. Inserisci i banner della pagina aziendale sul tuo sito! Accedi a questa pagina per crearlo e aggiungere il codice html relativo sul tuo sito.
  4. Condividi periodicamente, segui un calendario editoriale ben strutturato e vedrai in poco tempo il coinvolgimento degli utenti sui tuoi post.
  5. Inserisci il link alla pagina aziendale nella firma delle tue email.

Ok, spero di averti dato una buona infarinatura generale sulle pagine aziendali di Linkedin, aspettati nuovi articoli più specifici su questo argomento! Anzi, se vuoi approfondire qualcosa, lasciami un commento qui sotto e non dimenticarti di iscriverti alla mia Newsletter!

Google+ Comments

8 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *