Il web si evolve: consigli per l’imprenditore artigiano

Quanto sa muoversi su internet un imprenditore artigiano?

In questi anni il web si è evoluto a dismisura. Oggi se sei un’impresa e non hai un sito web sei “out”, se sei un privato e non hai un blog non ti conosce nessuno, se non hai una fanpage o un profilo Facebook diventi una sorta di alieno non appartenente quindi al pianeta Terra. Essere sul web oggi è importante, ma non essenziale. Utilizzarlo nei modi e con le strategie giuste può fare la differenza anche per la propria reputazione e dunque, per un eventuale futuro lavoro.

Ma di tutte queste piccole sfaccettature internet è pieno di blog che scrivono, raccontano, giudicano, consigliano su come muoversi e quali portali utilizzare. Mi piacerebbe invece soffermarmi sull’analisi di quello che fanno alcune aziende, nello specifico quelle artigianali abituate al lavoro manuale, con poco interesse ad addentrarsi e a comprendere le potenzialità che può offrire il World Wide Web.

L’elemento più divertente di questa categoria di imprese è il fatto che piano piano si sentono anche loro un po’ escluse, ed hanno voglia di “provare” a vedere quanto cambiano i loro affari se si impegnano online. E quindi cosa fanno? Mettono un semplice annuncio su internet per accalappiare un giovane neolaureato magari in economia, per metterlo davanti al computer a fare MIRACOLI!! E via con la ristrutturazione un po’ del vecchio sito internet, nuove foto, nuova grafica, apertura delle pagine social e invio newsletter a contatti….inesistenti. Passano i mesi e i risultati però sono davvero pochi: obiettivi specifici non sono stati dati, una strategia di lavoro non è stata concordata e il povero giovine si ritrova a sostenere il peso di non essere riuscito a fare…….quello che i titolari pensavano avesse fatto, ossia niente!

Scusate lo sfogo, il punto cruciale è che ci sono aziende che sono assolutamente assenti da internet, ma nel momento in cui vedono che i concorrenti ci sono, credono che sia sufficiente mettere una persona al computer e vedere risultati eccellenti in termini di visite ma soprattutto di contatti nel giro di poco tempo.

imprenditore-artigiano

Previsione sbagliata! Cosa bisogna fare allora? Tu, imprenditore artigiano che mi stai leggendo, ascolta le mie parole:

  1.  Fissa degli obiettivi insieme al tuo pupillo, non lasciarlo da solo in balia del mondo di internet senza concordare quello che tu vuoi raggiungere per primo. Cosa vuoi ottenere con il sito web? Visite? Contatti? Clienti nuovi?
  2.  Decidi una strategia, non lasciarlo partire a caso! Se il tuo obiettivo è trovare nuovi contatti, allora bisogna studiare attraverso quali metodi e quali investimenti è possibile raggiungere questo traguardo. Fidati, se è un giovane e se ha voglia di fare e di imparare, le idee le troverà lui per te!
  3.  Abbi pazienza! Dall’oggi al domani non avrai 10mila visite al sito, e nemmeno un sacco di clienti. Ci vuole tempo e costanza prima di vedere qualche risultato concreto.
  4.  Ridefinisci la strategia. Valuta con il tuo nuovo dipendente cosa modificare, aggiustare e correggere per raggiungere l’obiettivo: il web cambia ogni giorno, tra un mese la tua strategia è già vecchia.
  5.  Raggiunti gli obiettivi, fissane di nuovi. E’ un girotondo continuo!

 

Seguire questi consigli e selezionare un ragazzo con spirito di iniziativa, voglia di fare ed entusiasmo a dare il meglio…credo siano i punti su cui ogni professionista o azienda deve puntare e lavorare. Il resto verrà da sè.

 

Buon business a tutti!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *