struttura perfetta post

Le 3 regole da seguire per strutturare un post su LinkedIn e ottenere più engagement

Si sente molto parlare dell’importanza di essere presenti sui social, di pubblicare costantemente contenuti di qualità per coinvolgere il più possibile i propri contatti. Ma ci riusciamo per davvero?

Molte volte non basta pubblicare per avere interazioni e richieste… Serve anche seguire una struttura efficace che catturi l’attenzione dell’utente e lo porti a compiere l’azione desiderata!

Ecco perché affidarsi al cuggino di turno per pubblicare sui social non è più un’opzione, al giorno d’oggi. O lavori in modo professionale oppure rischi non solo di fare pasticci, ma di rimetterci la visibilità e la credibilità del tuo brand.

Come strutturare in modo efficace un post sui social?

Possiamo pubblicare sui social diverse tipologie di post: da quello classico testuale con o senza immagine, al documento, al video, al sondaggio… Ogni tipologia ha le sue regole da seguire a livello di contenuto e grafica.

Ma la struttura da seguire per realizzarne uno, è praticamente sempre la stessa.

In questo articolo prendiamo in considerazione LinkedIn e vediamo nel dettaglio a cosa devi pensare per costruire un post efficace.

Parte alta = cattura l’attenzione dalle prime due righe

Le prime righe del tuo post sono fondamentali, perché sono ciò che fanno decidere ad un qualsiasi utente che scorre il feed di fermarsi, cliccare su “vedi altro” e leggere il copy che hai scritto.

Ecco perchè, in queste prime parole, è bene puntare su domande strategiche o affermazioni scioccanti: serve una frase magnetica che catturi l’attenzione!

Puoi anche usare i numeri per incuriosire l’utente, ad esempio “Sai quali sono i 5 segreti per dimagrire?”. Con questa tecnica di storytelling invogli la persona a leggere il tuo contenuto per scoprire davvero quali sono questi segreti.

O ancora, usa gli avverbi interrogativo-esclamativi, ad esempio: “Come/Quando/Cosa/Perché”, seguiti dalla promessa che andrai a spiegare con il resto del tuo contenuto. Cosa vuoi insegnare all’utente? Cosa gli stai promettendo? Scrivilo nelle prime due righe!

Parte centrale = stimola la curiosità e l’interesse nel copy

Segui lo schema AIDA:

A = Attenzione

I = Interesse

D = Desiderio

A = Azione

La parte centrale del copy del tuo post deve stimolare un interesse e un desiderio a saperne di più, ad approfondire sul tema… Insomma, devi dargli un motivo valido per contattarti o commentare il post che hai pubblicato.

Il consiglio più importante è quello di non focalizzarti troppo sull’inserire molti concetti tutti insieme, ma concentrati su un solo aspetto e cerca di stimolare un’emozione.

In tal senso è opportuno avere il coraggio di dire quello che si pensa, di usare i social come volano per comunicare il nostro pensiero e il nostro modo (positivo o negativo) di vedere il mondo. Più prendiamo una posizione e più è facile che si generi un’onda di persone di persone che vogliono sostenerci.

Se non sei sicuro di quello che stai fornendo, fatti questa domanda: ciò che sto scrivendo è utile per chi leggerà o è un’informazione che sto dando solo a me stesso/a?

Parte finale = studia bene la Chiamata all’Azione

La famosissima CTA, la call to action, è lo step finale del tuo post. Moltissimi si dimenticano di inserirla, lasciano il post a metà, senza dargli una giusta conclusione.

E se la inserisci, cerca di evitare di chiedere banalità, come “commenta il post” oppure “contattami se vuoi saperne di più”.

A volte i post senza CTA diretta sono quelli che ottengono più risultati, perché chiedono in modo quasi automatico una risposta da parte del lettore.

Senza contare che le richieste commerciali (del tipo “contattami”) sono assolutamente fuori luogo e allontaneranno l’utente dal tuo contenuto. Ricordati che stai pubblicando su un social network, dove le persone vogliono trovare contenuti utili per loro, vogliono conoscere altre persone senza avere l’ansia di trovarsi davanti qualcuno che vuole vendere loro qualcosa.

La chiamata all’azione è il punto di contatto finale con il lettore. Se non sai cosa scrivere chiediti:

✅ quale emozione ho fatto suscitare con questo post?

✅ Come posso rendere l’utente parte attiva della discussione?

E non preoccuparti della vendita! Quella sarà la diretta conseguenza delle tue attività di social selling, del tuo posizionamento attraverso i contenuti che pubblichi e il profilo che hai aggiornato.

Se vuoi saperne di più ti invito a guardare il mio video su YouTube dedicato:

Vuoi aumentare l’egagement sui tuoi post?

Iscriviti alla mia newsletter e scarica la guida dedicata!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.