Pagine Aziendali: analytics e careers

Guida all’uso delle pagine aziendali: Analytics e Careers

Tranquillo, questi post sulle pagine aziendali Linkedin non dureranno ancora in eterno, questo è il penultimo di una serie di articoli che ho preparato per aiutarti ad utilizzare questa funzionalità nel modo migliore.

Ricorda infatti che le pagine sono l’unico strumento che Linkedin ti permette di usare per parlare in tutto e per tutto della tua attività, quindi saperle usare nel modo giusto è fondamentale per raccogliere una buona base di followers, nuovo traffico verso il sito e ovviamente nuovi clienti.

Negli appuntamenti precedenti abbiamo analizzato con attenzione come aprire una buona pagina Linkedin, come aumentare il numero di followers e cosa sono le pagine vetrina. Abbiamo dunque creato una solida presenza della nostra attività su Linkedin. Adesso dobbiamo approfondire di più ogni funzionalità, non solo per offrire al target contenuti mirati e di qualità, ma anche per imparare a sperimentare e aggiustare la tipologia di comunicazione, in un’ottica di miglioramento continuo.

Hai mai analizzato con attenzione le sezioni che compongono una pagina aziendale?

Guardando la pagina da amministratore, le sezioni principali sono la Home, la Analytics e la Notifications.

Panoramica Pagine aziendali linkedin

Mentre se la guardiamo dal punto di vista di un potenziale followers vedremo soltanto la sezione Home, e se attivata, la sezione Carreers.

Pagina aziendale della Vodafone

 

C’è qualcosa di interessante da dire sulla sezione Home?

In effetti si.

Forse non ti sei mai accorto, ma quando decidi di pubblicare un aggiornamento sulla pagina di Linkedin, puoi scegliere non solo che tipo di contenuto pubblicare, ma anche a chi farlo vedere dei tuoi followers.

Questa è una funzionalità molto interessante, perchè in questo modo puoi indirizzare aggiornamenti specifici aziendali solo a chi effettivamente può essere interessato, senza tediare tutti i followers della pagina.

Fai una prova tu stesso.

Vai sulla tua pagina aziendale e sulla sezione dedicata alla condivisione degli aggiornamenti clicca su “Condividi con: targeted audience”

Pagine Linkedin: targeted audience

 

Si aprirà una finestra dove potrai scegliere a che tipologia di audience mostrare il tuo annuncio. Potrebbe essere in base al settore merceologico, oppure alla funzione, all’anzianità, all’area geografica o alla lingua di riferimento.

A target diversi corrispondono interessi diversi, e grazie a questa piccola semplice funzione, puoi decidere a chi indirizzare il messaggio, senza riempire di informazioni e aggiornamenti la Home page degli altri followers.

La sezione Analytics

E’ un po’ come gli Insights delle pagine su Facebook, ma meno specifica e molto più generica. Grazie a questa sezione possiamo visualizzare per ogni post pubblicato il grado di interesse suscitato e la percentuale di interazioni avvenute sul post.

Grazie poi a semplici grafici possiamo vedere l’andamento sia del traffico sulla pagina sia dei followers. Infatti, possiamo visualizzare il tipo di utenti che maggiormente interagiscono con la pagina di riferimento.

Sezione analytics pagine linkedin

 

Mano a mano che pubblichiamo post e aumentiamo la base dei nostri followers, grazie a questo grafico potremmo capire facilmente quali sono gli argomenti che attirano di più il pubblico e soprattutto chi attirano nello specifico.

Su questo possiamo dire che Linkedin mantiene sempre e comunque la sua attenzione verso la figura professionale, senza guardare tanto alla quantità, ma piuttosto ci aiuta a lavorare sulla qualità delle persone che hanno deciso di interagire con la nostra pagina.

Se sono più manager che seguono la nostra azienda, e i servizi che offriamo sono rivolti proprio a queste figure professionali, allora vuol dire che stiamo facendo un buon lavoro.

La sezione Notifications

Linkedin si è spinto oltre le persone, infatti se nella sezione precedente ci permette di analizzare la tipologia di followers che abbiamo sulla pagina, in questa sezione è possibile analizzare l’interazione che avviene sui singoli post.

Ebbene si, esistono anche le notifiche per le pagine Linkedin. Se sei amministratore di una pagina ogni tanto vedrai apparire qualche notifica relativa proprio alle interazioni avvenute su un post che hai pubblicato.

Rispetto al solito questa è una sezione molto colorata e davvero semplice:

Linkedin sezione notifications

 

Quattro sezioni ben separate le une dalle altre, di quattro colori diversi, che ci raccontano nello specifico come è andata la giornata, la settimana e il mese appena trascorsi.

Appena sotto questi riquadri, un riepilogo di tutti i post che hanno ricevuto maggiori interazioni, e un filtro semplice ma utile per visualizzare solo quello che ci interessa:

Filtro pagine linkedin notifications

 

La sezione Carriere

Per chiudere questo bel quadretto, qualche riflessione in merito alla sezione Carriere che può essere attivata da parte di ogni pagina aziendale. Questo strumento è davvero interessante, perchè permette alle aziende di inserire annunci di lavoro in modo facile e intelligente.

Per ottenere questa sezione bisogna però aggiornare la pagina a Carriera Silver o Gold, (puoi anche fare un mese gratuito di prova) quindi attivare un piano premium per poter avere a disposizione un banner cliccabile, moduli personalizzabili, un’analisi più accurata di chi visualizza la pagina e molto altro.

Le offerte di lavoro su questa pagina verranno inoltre destinate ai visitatori in base alla pertinenza del relativo profilo LinkedIn. Una valida targetizzazione per individuare i perfetti candidati per un determinato posto di lavoro.

E’ chiaro però che per pubblicare un’offerta di lavoro su Linkedin, non è necessario acquistare una scheda Carriere per la pagina. Accedendo a Linkedin lavoro si potranno pubblicare annunci di lavoro a pagamento che verranno comunque messi in primo piano in automatico sulla pagina aziendale.

Diciamo che la sezione Carriere fa “molto più figo!” 🙂 Per capire meglio come funziona, ti lascio questo video:

Per concludere

Come ogni cosa sul web, anche le pagine sono semplici strumenti capaci di garantire una visibilità e credibilità aziendale non da poco. E’ chiaro che gli investimenti che si fanno su internet non hanno mai un riscontro immediato, questo spero tu lo abbia capito.

Il lavoro che fai oggi come la semplice pubblicazione di un nuovo articolo o un post, ti può dare riscontri positivi in ottica di guadagno tra qualche mese.

Ma ciò che conta è imparare ad esserci, e ad essere trovati.

Dato che l’Italia è ancora molto indietro su queste cose, tu che stai leggendo questo post e che magari non hai ancora capito che senso ha pagare qualcuno per farti delle coseche-può-fare-anche-mio-nipote, ricordati che quello che fai può portarti ottimi risultati ma può anche minare e distruggere la credibilità e stima verso la tua azienda.

Infine, ricordati che ci sono alcuni tuoi competitors che si stanno già muovendo sul web molto bene, perchè hanno capito le enormi potenzialità di internet e vogliono coglierle nel modo giusto fin da subito, ascoltando professionisti che vivono di queste cose.

Al giorno d’oggi internet, così come gli smartphone e i pc vengono utilizzati quotidianamente quasi da tutti per trovare informazioni, soluzioni e idee. Forse è il caso che ti dai da fare anche tu se vuoi evitare di chiudere la tua attività tra un po’ di tempo.

E ora ti va di dirmi la tua su questo? Lascia il tuo commento qui sotto, Grazie 😉

Ah, prima di andartene, ti va di condividere l’articolo se ti è piaciuto? Oppure iscriverti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle novità e soprattutto per far parte della cerchia esclusiva del mio sito web?

Google+ Comments

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *