studente cerca dentro uno zaino

Qual è la chiave per trovare nuovi clienti online?

Ormai l’ho ripetuto non so quante volte ma la cosa che più mi piace di questo lavoro è la varietà e a dirla tutta anche l’ignoranza (positiva) delle persone. Il fatto di conoscere e studiare ogni giorno i meccanismi del web, e poi cercare di spiegare ad amici, parenti ma soprattutto clienti quanto sia importante sapersi muovere online, ecco, mi spinge ad apprendere ancora di più.

Sapete, ultimamente ho tralasciato la lettura di libri formativi e stimolanti (come quelli che trovate su Risorse per te) per colpa di Breaking Bad. Ma a parte questo, c’è un libro che ho iniziato a leggere e che finirò presto perchè ritengo molto interessante.

Il titolo è Come trattare gli altri e farseli amici di Dale Carnegie.

Uno dei capitoli più interessanti è quello relativo all’importanza delle persone. Sai, a volte non serve tanto per farsi amico qualcuno, basta essere capaci di ascoltare ed essere seriamente interessati a tutto quello che ha da dire. Farlo sentire importante è la chiave per poter instaurare un vero rapporto di fiducia.

In fondo, sentirsi importanti è ciò che vogliamo tutti, sentirsi utili per qualcuno e apprezzati per quello che siamo è quello che ci fa sentire vivi.

Pensi forse che non valga la stessa cosa per i tuoi clienti?

Tutti vogliamo sentirci importanti. Primi fra tutti, noi stessi. E poi, i nostri clienti che dobbiamo far sentire importanti.

Ecco la chiave.

Per quanto mi riguarda ho capito che è proprio per questo che ho aperto un blog dove continuamente scrivo e pubblico contenuti. Per sentirmi importante.

Perché alla fine, quando ricevo delle email, dei commenti di apprezzamento, richieste di consigli o anche preventivi, mi fa sentire bene, mi fa sentire una persona utile e mi fa capire che tutto ciò che sto facendo ha un senso.

bambini che ascoltanoMa in ogni caso, non credete che tutto quello che scrivo sia frutto di puro altruismo, in fondo siamo tutti un po’ egoisti. Non prendiamoci in giro. E’ vero, lo faccio perchè mi piace aiutare e spiegare le cose alle persone, ma il fine ultimo è sempre quello di mandare avanti la mia piccola impresa individuale, e quindi guadagnare qualcosa a fine mese.

Siamo onesti.

Il volontariato è una cosa, il lavoro è un’altra. Ma se il lavoro che fai è frutto di una passione e di un impegno costante, non ha senso nascondersi fingendo che sotto sotto non ci interessa il guadagno, diretto o indiretto che sia.

Attraverso questo blog sto puntando a fruire contenuti utili e fornire servizi di consulenza o assistenza nelle strategie di comunicazione aziendali. Nello stesso tempo sto sviluppando il mio personal brand, sto cercando di far echeggiare il mio nome in internet per trovare sempre più clienti e contatti utili per la mia attività.

Cosa faccio nello specifico?

  • Ricerca e pubblicazione di contenuti utili: blog.
  • Attività di networking costante e giornaliera: personal branding.
  • Condivisione e ascolto delle conversazioni digitali su argomenti di mio interesse: social media.
  • Fidelizzazione del lettore ascoltando le sue esigenze: email marketing.
  • Acquisizione nuovi clienti: lead Inboud.

Ma cosa credi? Che tutte queste operazioni non siano valide anche per un’attività commerciale o uno studio professionale?

Caspita si! Ho letto un fantastico articolo di Fabrizio Reale: Scopri come migliorare il tuo ROI con l’Inboud Marketing. C’è una frase nel suo articolo molto semplice e chiara: <<Oggi non si tratta più di pubblicizzare ma di costruire relazioni: ingaggiare il consumatore coinvolgendolo su blog e social media e comprenderne le necessità per erogare contenuti personalizzati in grado di dare a ognuno esattamente ciò di cui ha bisogno è l’unica strada da percorrere.>>

Dare risposte ai problemi delle persone.

Nel mio piccolo cosa faccio? Ogni articolo che pubblico da una risposta ad un problema preciso, fornisce informazioni utili e chiare su come fare o come funziona un’applicazione oppure un social network o una strategia di vendita alternativa.

L’altro giorno mi è capitata una piccola esperienza sulla quale ho riflettuto molto, perchè mi ha dimostrato che purtroppo ci sono ancora molte lacune da colmare sulla comprensione degli strumenti che il web mette a disposizione.

Mi è stata posta una domanda un po’ controversa a cui ho fatto fatica a dare risposta: “ho visto che il sito aziendale è pubblicato, ci hai fatto già pubblicità?“. Mmmm, no, cioè, in che senso? Vuoi sapere se ho pubblicato un cartello online con scritto “E’ online il sito più bello del mondo, venite di qua a vedere!“. E buum, un flusso di utenti sono venuti a vedere che bel sito è stato pubblicato.

No, non funziona così o comunque, la pubblicità intesa come comunicazione di massa su internet è a mio avviso inutile. Più andiamo avanti con gli anni, più siti internet vengono aperti, più è altamente improbabile che tu piccolo imprenditore o professionista riesca ad avere un elevato ROI spendendo tanti soldi in advertising online.

Credo che l’unica alternativa oggi non sia puntare sulla massa ma su una nicchia di persone, su coloro che trovano interessanti e utili i contenuti che pubblichi.

Allora, se hai un’impresa e vuoi che emerga, i passi da seguire sono due: o fai a modo tuo o ti affidi ad un professionista. Se ti affidi a quest’ultimo scegli chi ha vero interesse per la tua attività e non chi vuole solo venderti tecnologia, un sito ben fatto o una pagina su Facebook carina.

Scegli chi vuole curare i tuoi contenuti, assisterti e seguirti dall’apertura del sito alla fidelizzazione dei vecchi e dei nuovi clienti.

Un processo lungo! Non di un mese, ma di 6 mesi almeno, capace di portare risultati veri e concreti nel lungo periodo.

Per questi motivi ti dico di non aspettare. Fallo subito. Hai un sito internet? Hai un blog aziendale? Hai dei canali social attivi? No? Cosa stai aspettando scusa? Inizia adesso che ancora sei a galla e vedrai risultati concreti tra alcuni mesi, e ne sarà valsa la pena.

E tu come stai lavorando sui contenuti? Quale strategia stai adottando?

Lasciami un commento!

Ti ricordo inoltre che puoi iscriverti subito alla mia newsletter e ricevere un magnifico regalo! Se hai un’attività devi avere il coraggio di metterci la faccia, la gente vuole sapere chi ha di fronte. Questo significa curare sempre e comunque il tuo personal brand, e nell’ebook in regalo per te ti spiego come fare.

 

Google+ Comments

4 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Te ne ho già parlato di questo, spiegandoti qual è oggi la chiave per trovare nuovi clienti online. […]

  2. […] D’altronde questa è la chiave per generare Lead e dunque nuovi clienti. […]

  3. […] Fai sentire importante la persona che hai di fronte, inizia ringraziando per aver accettato il collegamento e comunica che hai voluto aggiungerla per un motivo preciso. Aspetta che faccia lui il prossimo passo e a quel punto inizia a scambiare una serie di informazioni circa cosa fai e cosa puoi offrire. […]

  4. […] E per approfondire l’argomento ti rimando ad un altro mio articolo: qual è la chiave per trovare nuovi clienti online? […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *