generare lead usando linkedin

Come generare Lead attraverso Linkedin

Qualche giorno fa ho pubblicato un articolo che ha riscosso un gran successo relativo all’importanza di generare Lead per ottenere nuovi contatti interessati ai propri prodotti e di conseguenza nuovi clienti.

Volevo proseguire il discorso concentrandomi sull’importanza di sfruttare Linkedin proprio per generare questi fatidici Lead (dal verbo inglese To Lead = guidare, condurre, portare).

Per vedere risultati concreti della propria attività sulla piattaforma professionale per eccellenza è necessario crearsi un piano specifico di attività che tenga conto di tutto quello che è necessario fare quotidianamente per generare nel breve-medio termine nuovi lead e contatti rilevanti.

Non importa quanto tempo decidiamo di dedicare a queste operazioni: possono essere pochi minuti o molte ore al giorno, l’importante però è essere costanti. 

Dopo aver migliorato e ottimizzato il profilo (se non lo hai ancora fatto, fila subito a sistemarlo :), ci sono tre aspetti chiave a cui dobbiamo prestare attenzione.

1. Fai crescere il tuo network

Devi espanderti, senza aver paura di nulla. Linkedin ti permette di connetterti solamente con le persone che fanno parte delle relazioni di primo, secondo o terzo livello, oppure di coloro che fanno parte di un tuo stesso gruppo.

Non siamo su Facebook, non hai bisogno di salvaguardare le foto che pubblichi e i dati personali. Ci troviamo su Linkedin, una piattaforma professionale dove quello che conta è creare network.

Sia chiaro, accettare qualsiasi richiesta di collegamento è sbagliato, molto spesso ci si imbatte in spammer o comunque persone sprovviste di foto profilo con qualcosa da nascondere.

Eppure, più allarghi il tuo network di contatti, più il tuo profilo salirà di posizione nel rank e più avrai possibilità di trovare nuovi clienti. Possono esserci infinite ragioni per cui decidi di non accettare un determinato collegamento, ma il mio consiglio sincero è quello di accettarlo la maggior parte delle volte. 

Sai perchè? Nel momento in cui ti connetti con una persona hai la possibilità di accedere ad altre centinaia che appartengono alle sue connessioni. 

Ti capita mai di vedere questa immagina a destra mentre guardi un certo profilo?

connessioni su linkedin

Se ti appare vuol dire che puoi collegarti con questa persona, altrimenti Linkedin non te lo permette da account Basic. In questo caso posso connettermi perchè ho in comune un gruppo di riferimento, un luogo e un’azienda comune. Sulla base dei calcoli di Linkedin dunque ho una connessione professionale con questa persona, dunque posso collegarmi senza problemi.

Quante più persone fanno parte delle tue connessioni tanto più potrai conoscere e presentarti a figure professionali rilevanti per la tua attività. 

Far crescere il tuo network farà crescere anche le possibilità di essere trovato quando qualcuno immette una parola chiave nel motore di ricerca interno. Se non fai parte del suo network di persone, non apparirai fra i suoi risultati. 

2. Monitora e coinvolgi il tuo network

Ogni giorno dunque cura i tuoi contatti, trovane di nuovi e accetta quelli che più ti interessano. Ne vale davvero la pena.

Ma non basta, devi anche poter curare e coinvolgere questo network di persone che ti sei costruito. Devi interagire con loro, proporre contenuti interessanti, commentare i loro aggiornamenti o lasciare un semplice “like” di cortesia se trovi i loro contenuti utili per te.

Altro modo importantissimo per curare il tuo network è mandare un messaggio di benvenuto. La gente è pigrissima! Non esserlo anche tu! Per ogni contatto che accetti preoccupati di inviare un messaggio di benvenuto (ecco perchè è importante) ringraziando per la richiesta di collegamento.

Non finirò mai di ripeterlo 🙂

Un terzo modo utile per curare il tuo network è quello di inviare in un messaggio diretto un articolo, un video, un invito che tu consideri utile per un determinato soggetto. Fai attenzione però: non devi essere autopromozionale.

Introduciti primi di tutto, spiegando in breve chi sei e cosa fai. Presenta il tuo prodotto puntando sui benefici che può garantire al tuo contatto. In questo modo infonderai curiosità ed interesse. 

3. Utilizza i gruppi su Linkedin

Il numero massimo di gruppi a cui puoi iscriverti è 50. Un modo molto efficace per espandere il tuo network è quello di essere membro del maggior numero di gruppi possibile. 

Ma l’errore più grave nel quale si può incorrere è quello di far parte di gruppi che appartengono al nostro settore di riferimento, piuttosto che a quello dei nostri potenziali clienti. Punta sui gruppi dove puoi trovare il tuo cliente target.

In questo articolo ti spiego tutto con calma.

Prima di iscriverti ad un gruppo controlla se è adatto per te, e cancella quelli a cui sei iscritto che invece non sono fatti per te. Dopo di che trovane di nuovi a cui poterti iscrivere.

Ottimale sarebbe riuscire a identificare gruppi locali, filtrando quelli che trovi per area geografica. Se non ne trovi nessuno (in Italia è molto probabile) punta su quelli nazionali ma specifici di settore.

Controlla sempre da quanti membri è composto, e qual è l’attività all’interno dello stesso. Non importa tanto il numero di persone iscritte, quanto piuttosto se è un gruppo in espansione, se vi sono numerosi commenti e continui aggiornamenti di notizie.

Controlla i dati Analytics prima di procedere all’iscrizione, e scegli quelli che fanno al caso tuo.

Generare Lead non è difficile, richiede solo un po’ di impegno, costanza di un semplice quarto d’ora al giorno, meno pigrizia e curiosità. Linkedin può aiutare molto a trovare nuovi clienti, basta un po’ di passione e impegno maggiore per creare delle relazioni di fiducia online.

Spero di averti insegnato qualcosa in più oggi, e spero che vorrai condividere l’articolo se ti è piaciuto!

Oppure lasciare un tuo commento a riguardo  e iscriverti alla mia newsletter per ricevere una sola email a settimana con le ultime notizie dal blog!

Google+ Comments

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Come generare Lead attraverso Linkedin […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *