copertina newsletter calando

Conseguenze di una newsletter efficace: l’esempio di Zalando

Mi dichiaro una di quelle che compra su Zalando anche se no, non urlo quando vedo il corriere. Ho acquistato diversi capi d’abbigliamento e mi sono quasi sempre trovata bene.

Non voglio però scrivere un articolo che parli di moda e fashion, mi piacerebbe invece concentrarmi sulle newsletter che grandi e-commerce come Zalando inviano periodicamente ai loro acquirenti. Vorrei infatti capire quanto conta oggi avere una mailing list non fittizia (cioè realizzata acquistando contatti) ma reale, composta da indirizzi email lasciati consapevolmente dagli utenti.

Non a caso, la possibilità di inviare periodicamente newsletter ai tuoi contatti ti permette di ottenere enormi vantaggi per il tuo business. Ricordati infatti che si tratta di uno dei più potenti strumenti di web marketing.

Vediamo velocemente quali sono i principali vantaggi:

  1. Fidelizzazione del cliente: avere una mailing list piuttosto corposa ti permette di fidelizzare il cliente in quanto hai la possibilità di farlo sentire privilegiato rispetto ad altri. Come? Avendo il suo indirizzo email puoi per esempio inviargli buoni sconto e promozioni a lui riservate facendolo sentire davvero importante per la tua attività. In questo modo il cliente tornerà più spesso nel tuo sito incuriosito da ciò che gli proponi.
  2. Comprendere i principali gusti e tendenze: i servizi di invio email prevedono anche la possibilità di analizzare il tasso di apertura, il tasso di click sulla email e dove nello specifico il cliente ha cliccato. In questo modo potrai capire quali sono i prodotti più cliccati e analizzare gli interessi dei tuoi clienti.

Questi secondo me sono i due principali vantaggi e anche se sembrano pochi, sono importantissimi.

Avere una lista di iscritti ti permette di fidelizzare il cliente, ottenere traffico di qualità verso il tuo negozio online, scoprire gusti e tendenze del momento, offrire sconti e promozioni riservate.

Ti pare poco? 🙂

Analisi di un caso concreto

Sono iscritta alla mailing list di Zalando da un po’ di tempo. Come ti ho già detto ho fatto acquisti in passato, sicuramente ne farò altri in futuro. Ho il mio profilo personale con la mia Lista Desideri personalizzata.

Di tanto in tanto Zalando mi manda email facendomi presente che gli articoli nella mia whishing list sono in promozione. Come posso non darci almeno una sbirciata? Può essere che compri uno di quei capi, oppure nulla. In genere comunque giro sul sito alla scoperta di articoli interessanti e che mi servono. Capita molto spesso che acquisto qualcosa. Tac, vendita fatta con una semplice email.

Oppure ogni tanto mi mandano codici promozionali per ottenere degli sconti, codici con una certa scadenza che devo rispettare. Capita spesso che la rispetti. Tac, vendita fatta con una banalissima email.

Ma l’ultima email che mi è arrivata mi ha lasciato di stucco. E’ successo giusto questa mattina e mi sono quasi intenerita a leggerla. Premetto che sono quasi due mesi che non entro sul sito, non per cattiveria ma perché non ho voglia di spendere in vestiti 😀 L’oggetto della email citava queste parole precise:

“Martina, ci manchi davvero”

Oh cavolo, mi sono sentita in dovere di aprire la email e leggerne il contenuto, che così citava.

“Ricorda, sei importante per noi!! Cara Martina, non hai ancora approfittato del tuo voucher. Subito per te 10 € di sconto sul tuo prossimo acquisto su Zalando. In base al tuo ultimo ordine, abbiamo creato una selezione di prodotti pensati esclusivamente per te.

Ci teniamo a rendere la tua esperienza di shopping su Zalando davvero speciale.”
Analizzando il corpo del messaggio, lo staff di Zalando ha ottenuto con questa semplice email tre cose principali:
  • Cliente fidelizzato: sono una cliente importante per loro, ho sempre fatto acquisti e da un po’ di tempo non li faccio ma non per scarsa qualità del prodotto o del servizio.
  • Mi hanno offerto un‘esperienza di acquisto unica: ci tengono a ciò che compro, hanno dunque selezionato dei prodotti esclusivamente per me.
  • Piccolo sconto da usare a breve termine: se non lo uso ora non potrò più usufruire in futuro. Sono pur sempre 10euro in meno.

Insomma, Zalando qualcosa insegna no?

Pensa alle potenzialità di sfruttare questi elementi per una PMI con un piccolo e-commerce. Creare una buona lista contatti ti assicura vendite e possibilità di fidelizzazione del cliente incredibili e quasi impensabili.

Non sei d’accordo?

Se vuoi approfondire:

Creare una Newsletter di successo: la guida definitiva di Dario Vignali. Con la sua capacità di tenerti incollato allo schermo e la sua bravura nel creare guide utili e davvero straordinarie, ti consiglio vivamente di leggerla.

3 domande fondamentali per il tuo e-commerce:  hai un e-commerce e vorresti aumentare vendite e fidelizzazioni? Parti facendoti le domande giuste.

Mi raccomando commenta l’articolo e iscriviti alla mia newsletter, riceverai ogni settimana una super email con informazioni e contenuti utili per far crescere la tua attività online!

Ah e se ti iscrivi riceverai SUBITO E GRATIS un regalo davvero speciale!

 

 

Google+ Comments

5 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] invece sei un piccolo imprenditore, potresti prendere spunto da Zalando: le sue email vengono inviate da Camilla, e questo è un modo molto efficace per avvicinare l’utente alla grande macchina aziendale. In […]

  2. […] Conseguenze di una Newsletter efficace: l’esempio di Zalando […]

  3. […] Il punto è che la risposta non è uguale per tutti. Una persona può decidere di iscriversi perchè vuole rimanere in contatto con il brand, oppure perchè vuole ottenere sconti e promozioni (ti ho già raccontato cosa mi è successo con Zalando?). […]

  4. […] Tempo fa ho pubblicato un articolo per esprimere la mia devozione verso un negozio online di abbigliamento come quello di Zalando, raccontando la mia esperienza con la loro newsletter. […]

  5. […] per riaccendere la speranza. Niente di più. Vuoi un esempio di efficacia nel coccolare il cliente? Leggi l’esempio di Zalando e della sua capacità di farti sentire […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *