Come trovare la felicità? Recita il giusto incantesimo!

Quando si parla di salute e benessere si intende uno stato fisico e mentale ottimale per sentirsi bene, in pace con noi stessi e con il mondo. In pratica, vuol dire essere felici, provare gioia e felicità ogni giorno.

Voi direte… dai Martina, non è possibile essere perennemente felici.

Come facciamo allora? Ci serve forse un incantesimo?

Torniamo giovani per qualche attimo, ricordando le fiabe che ci raccontavano i genitori, o quelle che guardavamo con le videocassette, le nostre storie preferite che parlavano di maghi, streghe, principesse e draghi… Vi ricordate di tutti gli incantesimi che i cattivi operavano sui poveri comuni mortali? C’era sempre una formula magica, una cantilena, una filastrocca poco simpatica che aveva il potere di trasformare un uomo in una rana, di addormentare per sempre una principessa, di rendere cattivo un personaggio buono.

Ma per quanto le streghe cattive si impegnassero per distruggere il protagonista, alla fine della fiaba era sempre il buono a trionfare e a vincere. Ebbene, ognuna di quelle storie ci insegnava che con la determinazione, il coraggio e la forza di volontà era possibile battere anche il più famigerato dei criminali.

Quelle storie sono così lontane dalla realtà? Credo proprio di no.

In fondo ogni giorno ci viene chiesto di affrontare sfide più o meno complicate, dall’alzarsi la mattina, l’accompagnare figli a scuola, andare a lavoro ecc… ma i veri cattivi non sono il capo, la suocera, il fratellino rompi scatole, bensì noi stessi. Troppo spesso di fronte ad una difficoltà, ad un cambiamento improvviso, ad un attimo di sconforto, siamo capaci solo di piangerci addosso, ripetendo frasi del tipo:

<<Non ce la farò mai!>>

<<E’ impossibile!>>

<<Io sono fatto così e basta!>>

Nel momento in cui  ripetiamo frasi di questo tipo ci auto convinciamo che è la verità e quindi che siamo incapaci di fare quella determinata cosa quando in realtà abbiamo le capacità per affrontare tutto. Più le ripetiamo, più il nostro cervello si convince che sia vero influenzando così il nostro modo di agire.

L’ispirazione per questo articolo parte da un libro che ho iniziato a leggere di recente. Si chiama Leader di te stesso di Roberto Re, non so se ne avete mai sentito parlare. Ho trovato per caso questo libro su internet e prima di allora non sapevo minimamente chi fosse Roberto Re, eppure mi è bastato leggere il sottotitolo per cliccare su “acquista ora”: <<come sfruttare al meglio il tuo potenziale per migliorare la qualità della tua vita personale e professionale>>.

Il capitolo sugli incantesimi è quello che ha acceso la lampadina magica che mi ha spinto a scrivere questo articolo, semplicemente perché è assolutamente vero quello che dice.

Continua a ripetere a te stesso che non sei in grado di fare nulla e stai certo che tra dieci anni sarai nello stesso posto a dire le stesse identiche cose. Convinci te stesso che sei un grande, che hai le qualità per diventare un leader o una persona di successo, e voglio vedere dove arrivi tra cinque anni!

[Tweet “Se vuoi davvero fare una cosa, falla fino in fondo, senza mai mollare.”]

Recitare incantesimi/frasi positive e incoraggianti anche ad alta voce ogni giorno, ci fa credere di essere capaci di fare qualsiasi cosa, anche di spostare una montagna.

Qualche esempio?

<<Tutto ciò di cui ho bisogno è già dentro di me!>>

<<Ogni momento che passa divento sempre più forte>>

<<Ce la faccio perchè ho tutte le capacità per farlo!>>

E voi? Ci credete alla magia?

3 commenti
    • Martissima90
      Martissima90 dice:

      Sono lusingata per le tue parole, scrivere articoli motivazionali lo ritengo un ottimo modo non solo per ispirare i lettori, ma anche me stessa.

      Grazie a te invece e alla prossima 🙂

      Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] bene, allora se dico così posso anche dire che i Puffi esistono, che le bacchette magiche si comprano al supermercato e che gli incantesimi funzionano! No aspetta, in effetti esistono gli incantesimi che funzionano, se non ci credi leggi il mio articolo. […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *